Ultima modifica: 2 dicembre 2015

La Nascita

Livia Bottardi logo Nel 1974 con la strage di Piazza della Loggia a Brescia, viene assassinata Livia Bottardi, una giovane insegnante, vittima innocente della barbarie del terrorismo e della violenza cieca ed insensibile alla vita ed alla condizione umana. Si sceglie di prenderne il nome, e quella scelta impone di ricordare che la scuola, più di ogni altra istituzione, formale e non, di questa società, ha il dovere di rispettare, salvaguardare e valorizzare l’individualità e la diversità, di formare ad una coscienza storica ed ai valori umani e civili ed alla pace, affinché le nuove generazioni siano capaci di scelte degne, consapevoli e coerenti con il patrimonio storico e culturale a cui appartengono, scelte di tolleranza, di garanzia, di solidarietà, di pace.